La blefaroplastica è la procedura di chirurgia estetica mirata all’eliminazione dell’eccesso di pelle o del rilassamento cutaneo nelle zone prossime agli occhi e alla risoluzione del problema delle palpebre cadenti, causa di problemi alla vista, borse gonfie e occhiaie.

Quando l’eccesso di pelle è localizzato nella palpebra superiore, si può ricorrere a una blefaroplastica superiore; se la problematica, invece, concerne la zona sottostante agli occhi (borse e occhiaie) si ricorrerà ad una blefaroplastica inferiore. L’indicazione medica può variare di paziente in paziente in base alle proprie esigenze: alcuni potrebbero necessitare solo di un intervento parziale, ovvero, solo alle palpebre superiori o inferiori, altri potrebbero essere candidati per una risoluzione più completa e, pertanto, richiedere un intervento su entrambe le parti.

La blefaroplastica offre un ringiovanimento del viso, accompagnato da uno sguardo più fresco e rilassato.

Prima e Dopo

L'intervento

Questo tipo di operazione è di semplice esecuzione e si effettua in day surgery in anestesia locale, locale con sedazione o generale in base allo specifico caso. Per quanto riguarda la blefaroplastica superiore, ai fini della rimozione della cute e/o dell’adipe in eccesso, si procede con un’incisione nella piega della palpebra superiore e la cicatrice derivante dall’incisione, in molti casi impercettibile, sarà localizzata proprio nella piega naturale della palpebra stessa.

Nella blefaroplastica inferiore, invece, si procede con un’incisione transcongiuntivale o, diversamente, subciliare per asportare eventuali borse adipose, correggere i difetti determinanti le occhiaie e i tessuti cutanei in eccesso. Anche con la blefaroplastica inferiore, le cicatrici saranno ben nascoste o all’interno dell’occhio o al di sotto delle ciglia.

Come anticipato sopra, i due interventi sono spesso combinanti per un ringiovanimento complessivo del volto.

Blefaroplastica Superiore e Inferiore

Decorso Post Operatorio

Anche se l’intervento è di semplice esecuzione, rapida ripresa e normalmente ben tollerato anche senza l’ausilio di analgesici, seguire le indicazioni mediche è fondamentale per una rapida ripresa.

Il paziente durante il decorso post operatorio potrà riscontrare gonfiore e arrossamento della parte interessata o lacrimazione. Il tutto, però, si limiterà ai primi giorni 4-6 giorni successivi alla procedura. Infine, dopo 3 o 4 giorni dall’intervento verranno tolti i punti.

I Timori delle Pazienti

Come per ogni procedura chirurgica, è necessario considerare le possibili, seppur rare, complicanze. In caso di infezione, questa sarà facilmente curabile previa cura antibiotica.

Inoltre, una rimozione eccessiva di pelle potrà impedire la normale chiusura delle palpebre determinando una conseguente secchezza oculare e della cornea, fotofobia o rossore.

Molte di queste eventuali complicanze, però, si risolveranno spontaneamente con il passare del tempo.

WhatsApp chat