Warning: Use of undefined constant php - assumed 'php' (this will throw an Error in a future version of PHP) in /data/vhosts/ilchirurgoestetico.com/httpdocs/wp-content/themes/medina/header.php on line 41

Warning: Use of undefined constant php - assumed 'php' (this will throw an Error in a future version of PHP) in /data/vhosts/ilchirurgoestetico.com/httpdocs/wp-content/themes/medina/header.php on line 86

La mastoplastica riduttiva è la procedura chirurgica finalizzata alla riduzione delle dimensioni di un seno eccessivamente voluminoso (gigantomastia o ipertrofia severa), cadente (pstosi mammaria) e che, talvolta, presenta una certa disarmonia (es. asimmetria mammaria) per causa genetica, costituzionale o da forte ingrassamento.

Questo intervento è principalmente indicato a donne che desiderano liberarsi dei problemi psicofisici che il peso e l’aspetto di un seno maggiorato spesso comportano, come problemi nella vita relazionale e disagi fisici quali: dolori alla schiena, affaticamento, difficoltà respiratorie, dermatiti e ulcerazioni nella piega sottomammaria.

Un’accurata visita specialistica è obbligatoria al fine di valutare le condizioni fisiche della paziente, l’effettiva entità della problematica da correggere e la tecnica d’intervento da adottare.

Prima e Dopo

L'intervento

Ottenuta l’idoneità all’intervento con i dovuti esami e consulti specialistici, è possibile procedere con la mastoplastica riduttiva che avviene regolarmente eseguita in sala operatoria in anestesia generale o locale con sedazione profonda.

La mastoplastica riduttiva, di qualunque entità sia, per la rimozione del tessuto mammario e cutaneo in eccesso, nonché per lo spostamento e il sopraelevamento dell’area del capezzolo, prevede 3 incisioni: una attorno l’areola, una verticale e una sotto il solco mammario.

L’intervento, in base al caso e allo stato della paziente, può essere effettuato in regime day surgery o con degenza per una notte.

Decorso Post Operatorio

Una volta tornata a casa, la paziente dovrà attenersi a specifiche indicazioni mediche utili per velocizzare la guarigione e non compromettere il lavoro svolto, come indossare un reggiseno contenitivo dalle 2 alle 4 settimane ed evitare alcun tipo di sforzo per il primo periodo, come il sollevamento di pesi, anche di media entità. I punti di sutura, di natura prevalentemente riassorbibile, sono rimossi dopo 10-12 giorni.

All’inizio, la paziente potrà accusare la presenza di lividi, gonfiore e perdita della sensibilità, ma il tutto svanirà progressivamente nell’arco dei giorni successivi.

I Timori delle Pazienti

Non sono escludibili del tutto possibili complicanze che si attestano intorno al 4% di probabilità. Tuttavia, con determinate terapie concordate o tramite un eventuale ritocco sarà possibile correggere eventuali problematiche insorte dopo l’operazione.

Avere fiducia nella professionalità e nella preparazione del proprio chirurgo è fondamentale per un percorso pre e post operatorio sereno ed un risultato soddisfacente.

WhatsApp chat