La Mastopessi (o Lifting del seno) è una procedura chirurgica finalizzata al sollevamento del seno che si trova in una situazione di ptosi mammaria, ovvero cadente, talvolta asimmetrico e con grandi areole. La ptosi del seno può essere una conseguenza dell’allattamento, di rilevanti variazioni di peso o di naturali processi di maturazione: attraverso la mastopessi è possibile restituire al seno e ai capezzoli la giusta posizione, dimensioni e forma, nonché un aspetto pieno ed armonioso con l’ausilio di protesi mammarie.

Tecnica Mezzaluna

L'intervento

Ottenuta l’idoneità all’intervento con i dovuti esami e consulti specialistici, è possibile procedere con la mastopessi che avviene regolarmente eseguita in regime day surgery, salvo determinati casi o su richiesta della paziente stessa che può richiedere una notte di degenza.

È prevista un’anestesia generale o locale con sedazione profonda che può variare in base allo stato di salute della paziente o dalla durata dell’intervento.

L’intervento in sé consiste nella rimozione della cute in eccesso e nel risollevamento della mammella nella sua posizione originale.

La procedura tradizionale (tecnica verticale) prevede 3 tipi di incisioni:

  • un’incisione attorno all’areola ai fini dell’eventuale riduzione della circonferenza e del riposizionamento del capezzolo nella sede originale;
  • un’incisione verticale e
  • un’incisione sotto il solco mammario per eliminare la cute in eccesso e riunire i lembi.

Solo se la paziente presenta una ptosi mammaria lieve, è possibile valutare la possibilità di ricorrere a una mastopessi scarless, una tecnica meno invasiva in termini di cicatrici poiché l’incisione avrà luogo esclusivamente attorno all’areola.

Nel caso si vogliano rendere simmetrici i seni e si disponga di un volume consistente, viene effettuato un ridimensionamento del volume del seno più grande ricreando l’equilibrio e l’armonia desiderati. Al contrario, in caso di seni dalle dimensioni ridotte e che si desidera maggiorare, l’intervento di mastopessi prevede, in questo caso, l’inserimento di protesi mammarie attraverso la preparazione di una tasca protesica al di sotto della ghiandola o del muscolo grande pettorale.

Tecnica Mezzaluna

Decorso Post Operatorio

Una volta tornata a casa, la paziente dovrà attenersi a specifiche indicazioni utili per velocizzare la guarigione e non compromettere il lavoro svolto. Sarà, quindi, importante indossare il dovuto reggiseno contenitivo per un periodo approssimativo di 4 settimane ed astenersi ad attività sportiva e al sollevamento di particolari pesi per circa un mese.

Sarà possibile tornare a lavoro e alla guida dopo 1 settimana, salvo controindicazione medica.

Col procedere dei controlli, alla paziente verranno forniti determinati consigli per una guarigione serena e ottimale, come l’utilizzo di lozioni o l’esecuzione di precisi massaggi.

Tecnica Verticale

I Timori delle Pazienti

Il dolore post operatorio è sicuramente una delle principali paure delle pazienti che desiderano sottoporsi ad un lifting del seno, con o senza protesi. I fastidi o dolori sono gestibili con comuni antidolorifici da assumere all’occorrenza come da indicazione medica, mentre, per prevenire complicanze, è importante rispettare la cura antibiotica e antiinfiammatoria.

Possibili lividi o gonfiore hanno solitamente una permanenza di un massimo di due/quattro settimane, mentre una iper o scarsa sensibilità tornerà alla normalità nell’arco di primi mesi.

Le cicatrici saranno permanenti, ma miglioreranno visibilmente nell’arco del primo anno divenendo sempre più chiare, piatte e sottili.