Ginecomastia

ginocomastia3

GINECOMASTIA

La ginecomastia è una condizione caratterizzata dallo sviluppo delle mammelle (composte da tessuto ghiandolare e grasso) nell’uomo. È normale che durante la pubertà si assista ad uno sviluppo della ghiandola mammaria anche nell’uomo ma, dopo breve tempo, questa si atrofizza. Se l’atrofia non interviene, si ha un aumento di volume che non comporta conseguenze se non di tipo psicologico. In questi casi si parla di ginecomastia vera. In altri casi è un accumulo di tessuto adiposo nella zona mammaria a determinare questo aumento di volume, questa condizione si definisce ginecomastia falsa.

In entrambi i casi, per evitare i problemi psicologici, si può ricorrere anche alla chirurgia estetica

 

L’INTERVENTO

L’intervento chirurgico è di breve durata, ed è svolto in anestesia locale. Il chirurgo pratica una piccola incisione sottile, grazie all’utilizzo di laser ed asporta il disco della ghiandola mammaria insieme al tessuto adiposo in eccesso. L’intervento si svolge in “day hospital”. La correzione della ginecomastia falsa avviene con una procedura molto simile ad una mini liposuzione. Il chirurgo pratica una breve incisione a lato della mammella, in un punto poco visibile. Una volta effettuata l’incisione, aspira l’adipe in eccesso con una cannula. Portata a conclusione la fase di aspirazione, si applica un punto di sutura ed un bendaggio compressivo che permette di non avere un edema importante. Leggermente diversa è la procedura chirurgica per la correzione della ginecomastia vera.

Questo intervento avviene eliminando gli eccessi ghiandolari. Il chirurgo esegue un’incisione lungo il perimetro areolare. Questa procedura permette di ottenere una cicatrice impercettibile. Una volta asportata la ghiandola, l’intervento termina con la sutura estetica e il bendaggio.

Entrambe le procedure hanno una durata di circa 30 minuti e sono risolutive.

DECORSO POST-OPERATORIO

Nella ginecomastia vera, la cicatrice segue perfettamente ed in maniera lineare il bordo dell’areola. Poiché la sua posizione segue in maniera anatomica l’areola, la cicatrice risulterà poco visibile sin da subito.

Nella ginecomastia falsa, la cicatrice è lunga solo qualche millimetro. Anche in questo tipo di intervento, la cicatrice risulterà essere poco visibile sin dai primi giorni post-operatori.