• mioplastica

MIOPLASTICA

La mioplastica dei polpacci serve a rimodellare la muscolatura delle gambe nei soggetti che abbiano un polpaccio poco definito o un leggero varismo delle gambe. Possono fare questo intervento tutti i pazienti in buona salute che desiderano migliorare il profilo degli arti inferiori. L’operazione è breve e indolore e al termine della procedura la gamba risulterà della forma e del volume desiderati con un profilo elegante e naturale.

L’intervento di aumento dei polpacci con protesi è indicato principalmente in due situazioni: nei pazienti che per motivi congeniti o post-traumatici abbiano un polpaccio poco sviluppato e quindi una gamba troppo sottile rispetto alla coscia e al ginocchio e in quei soggetti, in genere di sesso femminile, ma non sempre, che abbiano un certo grado di varismo delle gambe (le cosiddette gambe da cavallerizzo o a tarallo).

Chi desidera sottoporsi a questo intervento deve godere di buona salute e sottoporsi ad alcuni esami pre-operatori di routine per escludere eventuali controindicazioni.
L’operazione dura circa un’ora e in genere viene eseguita in anestesia locale.
In questo modo i pazienti possono essere dimessi dopo un breve periodo di osservazione e tornare a casa.

protesi di polpaccio
Protesi di polpaccio

Per eseguire l’intervento il chirurgo effettua un’incisione di qualche centimetro nella regione posteriore del ginocchio. Attraverso questo accesso provvede ad allestire una tasca sotto le fasce che avvolgono i muscoli della gamba e vi posiziona una protesi di silicone della forma e del volume più adatti, opportunamente scelta in base alle misure dell’altezza e del diametro degli arti inferiori del paziente. In alcuni casi è possibile anche associare all’introduzione dell’impianto un rimodellamento del tessuto adiposo mediante liposcultura o lipofilling.
Al termine dell’operazione il chirurgo sutura le incisioni con dei punti interni autoriassorbenti e medica le ferite con una crema antibiotica. Per ridurre il rischio di sanguinamento e le ecchimosi il paziente indosserà delle calze elastiche a compressione graduata per qualche settimana.

Nei successivi 15 giorni è necessario eseguire almeno un paio di medicazioni, altri controlli mensili sono poi previsti fino al compimento di un anno.

Il recupero è abbastanza rapido, in genere nel giro di 7-10 giorni la maggior parte di pazienti riprende le normali attività quotidiane, lavoro compreso. Per le attività sportive o quelle che richiedono sforzi fisici particolari è opportuno attendere circa un mese.

Le cicatrici che residuano sono sottili e ben nascoste e dopo un congruo numero di mesi diventano praticamente invisibili. Il gonfiore e i lividi postoperatori sono molto modesti e tendono a risolversi completamente nel giro di una o due settimane. Per accelerare la guarigione il paziente deve assolutamente evitare di fumare, alimentarsi regolarmente, indossare sempre le calze compressive e seguire alla lettera tutti i consigli del chirurgo.

Clipboard01

Non possono eseguire questo intervento i minorenni, le donne in stato di gravidanza, i pazienti affetti da patologie neuromuscolari progressive e quelli affetti da gravi turbe psichiche o disturbi di personalità.

Clipboard03

La mioplastica dei polpacci è un intervento rapido e sicuro che consente ai pazienti che presentino una corretta indicazione di raggiungere un rimodellamento della gamba incredibilmente naturale e soprattutto definitivo.
Un risultato dimostrato dalle decine di pazienti che si sono già sottoposti a questo trattamento e che grazie ad esso si sentono finalmente sicuri di sé ed hanno cambiato vita.

Clipboard05
Clipboard07

Leave a Comment

Name*

Email* (never published)

Website