Articoli

AUMENTO DEI POLPACCI

  • aumento dei polpacci

Aumento dei Polpacci con Protesi

L’aumento dei polpacci, noto anche come  mioplastica dei polpacci serve a rimodellare la muscolatura delle gambe nei soggetti che abbiano un polpaccio poco definito o un leggero varismo delle gambe. Possono fare questo intervento tutti i pazienti in buona salute che desiderano migliorare il profilo degli arti inferiori. L’operazione è breve e indolore e al termine della procedura la gamba risulterà della forma e del volume desiderati con un profilo elegante e naturale.

L’intervento di aumento dei polpacci con protesi è indicato principalmente in due situazioni: nei pazienti che per motivi congeniti o post-traumatici abbiano un polpaccio poco sviluppato e quindi una gamba troppo sottile rispetto alla coscia e al ginocchio e in quei soggetti, in genere di sesso femminile, ma non sempre, che abbiano un certo grado di varismo delle gambe (le cosiddette gambe da cavallerizzo o a tarallo).

Chi desidera sottoporsi a questo intervento deve godere di buona salute e sottoporsi ad alcuni esami pre-operatori di routine per escludere eventuali controindicazioni.
L’operazione dura circa un’ora e in genere viene eseguita in anestesia locale. In questo modo i pazienti possono essere dimessi dopo un breve periodo di osservazione e tornare a casa.

Per eseguire l’intervento il chirurgo effettua un’incisione di qualche centimetro nella regione posteriore del ginocchio. Attraverso questo accesso provvede ad allestire una tasca sotto le fasce che avvolgono i muscoli della gamba e vi posiziona una protesi di silicone della forma e del volume più adatti, opportunamente scelta in base alle misure dell’altezza e del diametro degli arti inferiori del paziente. In alcuni casi è possibile anche associare all’introduzione dell’impianto un rimodellamento del tessuto adiposo mediante liposcultura o lipofilling.

http://www.estheticon.it/chirurghi/delfino-sergio

http://ilchirurgoestetico.com/our-services/mastoplastica-additiva-roma/

Quale è l’intervento di chirurgia estetica più diffuso?

  • chirurgo plastico roma napoli

 Mastoplastica Additiva: l’intervento più diffuso della chirurgia estetica.

La mastoplastica additiva è l’intervento di chirurgia estetica più diffuso al mondo. Il suo scopo è l’aumento del volume mammario nelle donne che abbiano un seno poco sviluppato o svuotato. Per potersi sottoporre a questa operazione occorre godere di buona salute e non essere in gravidanza. L’operazione dura circa un’ora ed è possibile eseguirla in anestesia locale con sedazione. Alla fine della procedura il seno risulterà della grandezza desiderata, elegante e naturale.

Nella maggior parte dei casi per aumentare il volume del seno vengono utilizzate delle protesi speciali fatte di gel di silicone, un biomateriale molto ben tollerato dal nostro organismo che possiede le caratteristiche di morbidezza ed elasticità che lo rendono ideale per somigliare alla consistenza del seno naturale. Le protesi vengono inserite dal chirurgo in una tasca creata tra il torace e la mammella. Questo intervento è indicato principalmente nelle pazienti che per cause costituzionali abbiano delle mammelle poco sviluppate, oppure in quelle donne che, in seguito all’allattamento o ad una perdita di peso, si ritrovino con un seno svuotato.

Il primo passo da compiere per sottoporsi a questo intervento è una visita preliminare con il chirurgo per valutare alcuni fattori fondamentali ai fini di una perfetta riuscita dell’operazione: spessore ed elasticità cutanea, posizione del solco mammario e del capezzolo, simmetria delle mammelle, dimensioni del torace e dei fianchi, peso ed altezza corporei. In seguito, anche tenendo conto dei desideri della paziente, il chirurgo sceglie il tipo di impianto più adatto in termini di forma e volume. In molti casi è possibile provare con degli appositi modelli di simulazione, l’effetto del volume mammario davanti ad uno specchio. Questo è molto importante per migliorare la reciproca comunicazione ed evitare insoddisfazioni legate alla scelta di un volume non appropriato.

Attualmente esistono due tipi principali di protesi mammarie: quelle a goccia e quelle semisferiche. La scelta fra i due tipi è legata ad alcuni fattori che vengono valutati dal chirurgo, primo fra tutti la distanza tra il solco mammario e il complesso areola-capezzolo. Ma anche il volume finale dell’impianto prescelto, la presenza di eventuale ptosi, l’elasticità cutanea ed altri parametri.

http://www.estheticon.it/chirurghi/delfino-sergio

http://ilchirurgoestetico.com/our-services/mastoplastica-additiva-roma/

La Blefaroplastica

  • la blefaroplastica

La BLEFAROPLASTICA

La Blefaroplastica è un intervento chirurgico delle palpebre che ha come obiettivo finale la correzione degli inestetismi presenti in questa parte molto delicata, quanto importante dal punto di vista estetico. Un altro beneficio che regala questo intervento è il ripristino della funzionalità compromessa. Le palpebre, infatti, si possono compromettere per vari motivi: problemi ereditari, invecchiamento, traumi o malattie. In questo articolo andremmo a vedere come viene effettuato l’intervento e in cosa consiste la visita di check up e il decorso post operatorio.

 

VISITA PRE-OPERATORIA

Un’accurata visita specialistica è obbligatoria per valutare le condizioni fisiche della paziente, l’effettiva entità dell’inestetismo che si vuole curare e la tecnica d’intervento da adottare.

L’INTERVENTO

Blefaroplastica superiore:

La cicatrice derivante dall’incisione si nasconderà tra la piega della palpebra.

In questo intervento è incisa la piega della palpebra superiore. In seguito all’incisione, il chirurgo asporterà la pelle e le borse di grasso in eccesso.

Blefaroplastica inferiore:

Discorso diverso, invece, per la palpebra inferiore: si effettua un’incisione dall’interno e vengono eliminati gli accumuli di grasso senza che la pelle venga asportata. Questo permette di scongiurare la cicatrice esterna. Se si devono eliminare pelle e grasso in eccesso, la cicatrice  comparirà sotto le ciglia inferiori.

DECORSO POST-OPERATORIO

I dolori conseguenti dalla blefaroplastica variano da paziente a paziente, ma in ogni caso possono presentarsi in forma minima e possono presentarsi sotto forma di: gonfiore, arrossamento o lacrimazione. Il tutto si presenterà solo per pochi giorni e in forma lieve. E’ cosnigliato l’utilizzo di occhiali da sole per fronteggiare questi piccoli dolori post-operatori.

http://www.estheticon.it/chirurghi/delfino-sergio

http://ilchirurgoestetico.com/our-services/mastoplastica-additiva-roma/

Ginecomastia Roma

  • ginecomastia roma

Ginecomastia Roma

Ginecomastia Roma – La ginecomastia è un comune disturbo del sistema endocrino in cui vi è un aumento delle dimensioni del tessuto mammario maschile. Gli adolescenti hanno qualche sviluppo del seno durante la pubertà. I neonati maschi e gli adolescenti sperimentano spesso una ginecomastia temporanea, rispettivamente a causa della influenza degli ormoni materni e cambiamenti ormonali durante la pubertà. Lo sviluppo della ginecomastia è di solito associata con cambiamenti puberali benigni; nei ragazzi adolescenti, la condizione è spesso fonte di disagio psicologico. Tuttavia, il 75% dei casi di ginecomastia puberale si possono risolvere entro due anni dalla comparsa senza trattamento. Disturbi del sistema endocrino che portano ad un aumento del rapporto di estrogeni / androgeni sono ritenuti responsabili per lo sviluppo di ginecomastia . Ciò può verificarsi anche se i livelli di estrogeni e androgeni sono entrambi appropriati, ma il rapporto è alterato. La malattia è di solito diagnosticata da un medico dopo una storia dettagliata e dopo un esame fisico.

L’INTERVENTO

L’intervento chirurgico è di breve durata, ed è svolto in anestesia locale. Il chirurgo pratica una piccola incisione sottile, grazie all’utilizzo di laser ed asporta il disco della ghiandola mammaria insieme al tessuto adiposo in eccesso. L’intervento si svolge in “day hospital”. La correzione della ginecomastia falsa avviene con una procedura molto simile ad una mini liposuzione. Il chirurgo pratica una breve incisione a lato della mammella, in un punto poco visibile. Una volta effettuata l’incisione, aspira l’adipe in eccesso con una cannula. Portata a conclusione la fase di aspirazione, si applica un punto di sutura ed un bendaggio compressivo che permette di non avere un edema importante. Leggermente diversa è la procedura chirurgica per la correzione della ginecomastia vera.

Questo intervento avviene eliminando gli eccessi ghiandolari. Il chirurgo esegue un’incisione lungo il perimetro areolare. Questa procedura permette di ottenere una cicatrice impercettibile. Una volta asportata la ghiandola, l’intervento termina con la sutura estetica e il bendaggio.

Entrambe le procedure hanno una durata di circa 30 minuti e sono risolutive.

DECORSO POST-OPERATORIO

Nella ginecomastia vera, la cicatrice segue perfettamente ed in maniera lineare il bordo dell’areola. Poiché la sua posizione segue in maniera anatomica l’areola, la cicatrice risulterà poco visibile sin da subito.

Nella ginecomastia falsa, la cicatrice è lunga solo qualche millimetro. Anche in questo tipo di intervento, la cicatrice risulterà essere poco visibile sin dai primi giorni post-operatori

http://www.estheticon.it/chirurghi/delfino-sergio

http://ilchirurgoestetico.com/our-services/mastoplastica-additiva-roma/

Rinoplastica: Intervista al Dottor Delfino

  • rinoplastica roma

La rinoplastica è un intervento molto frequente oggi. Uno dei massimi esperti di chirurgia plastica in Italia è il Dottor Delfino. Per questo motivo, anche oggi ci troviamo in compagnia del Dottor Delfino e di Manuela, che chiederà al dottore dei chiarimenti in merito ad alcune situazioni che si trova ad affrontare in seguito ad un intervento di rinoplastica. Prego Manuela, può fare le domande al nostro dottore.

Manuela: “Salve Dottore, ho effettuato una rinoplastica a fine maggio 2016 e laser ai turbinati a fine gennaio. E’ normale che ad oggi ho ancora il naso gonfio e non respiro? Grazie”.

Dottor Delfino:Gentile Manuela, per la respirazione direi che può essere normale, sono passati appena due mesi, inoltre non è detto che il problema funzionale fosse legato solo ai turbinati ipertrofici. Magari per questo provi a sentire l’otorino che l’ha valutata. Per il discorso estetico va verificato l’eventuale gonfiore residuo. Nel caso i tessuti fossero perfettamente morbidi ed elastici; ed il dorso e la punta fossero ancora troppo grandi per i suoi gusti, sarà necessario un ritocco”.

Manuela: “Grazie dottore! potrei sapere a cosa può essere dovuto?

Dottor Delfino:Naturalmente per capire meglio, dovrei visitarla. Posso comunque dirle, e tranquillizzarla spero, che se i tessuti sono perfettamente sgonfi e le dimensioni delle varie parti del naso ancora troppo grandi, il gonfiore credo sia dovuto ad una ipo-correzione chirurgica”.

M: “Grazie dottore! Prenoterò la visita presso il suo studio a Roma il prima possibile”.

 

Il Dottor Delfino è stato a nostra completa disposizione per questo breve ma importante chiarimento con la nostra amica Manuela. Il dottore vi ricordiamo, che esercita la sua attività a Roma, Napoli ed Ischia. E’ uno dei migliori chirurghi estetici del panorama italiano e si prende cura dei suoi pazienti a 360 gradi. Per qualunque chiarimento scrivete tramite il form del sito.

http://ilchirurgoestetico.com/our-services/rinoplastica/

https://www.facebook.com/Dr-Sergio-Delfino-268484943315300/

MASTOPLASTICA ADDITIVA: DOLORI POST-INTERVENTO

  • mastoplastica roma

Mastoplastica Roma : intervista al dottor Delfino

Oggi siamo nel nostro salotto virtuale e vi proponiamo un confronto importante fra la signora Sofya e il Dottor Sergio Delfino, che da anni si occupa di chirurgia estetica e non solo. Oltra ad effettuare gli interventi ai propri pazienti, è sempre pronto a spiegare ciò che fa e prendersi cura a 360 gradi della persona. Iniziamo a fare qualche domanda al nostro Dottore?

Sofya: “Buongiorno dottore! Vorrei un vostro parere. Ieri ho accusato un leggero dolore nel seno destro, come se avessi delle piccole fitte, era un dolore che veniva e tornava. A volte si presentava in maniera forte, altre in maniera più lieve. Il dolore non si presentava in tutta la mammella, ma nella parte superiore; in prossimità del solco del seno, ma già stamattina è scomparso. Potrebbe spiegarmi a cosa è dovuto questo dolore? Grazie

Dottor Delfino: “ Buongiorno Sofya, avere delle fitte di dolore improvvise dopo una mastopastica additiva può essere del tutto normale. Tenga presente, infatti, che la protesi è un copro estraneo e che, per quanto ben tollerata, rappresenta comunque uno stimolo infiammatorio cronico. Inoltre la regione toracica è ricca di muscoli che possono stirarsi in seguito a varie ragioni e che possono dare dei sintomi acuti con dolore e difficoltà nel movimento. Per concludere la mia risposta, fossi in lei, starei tranquilla e andrei a fare un controllo di routine.

Sofya: “grazie dottore! Farò il controllo appena possibile, ma nel frattempo volevo il suo parere e mi ha risposto chiarendomi quasi tutto. La forma del seno è normalissima e alla vista non presenta anomalie. Ho provato a toccarlo e non mi pare ci siano differenze tra un seno e l’altro. Ho fatto l’intervento sottomuscolo con protesi tonde circa due anni fa, come è possibile allora? Potrebbe aiutarmi a capire meglio in quesrto senso?”

Dottor Delfino: “Si! Come le spiegavo, potrebbero essere anche dolori toracici di tipo muscoloscheletrico indirettamente collegati alla presenza della protesi. Oppure potrebbero essere fenomeni temporanei di infiammazione legati al fatto che l’impianto resta comunque una spinta irritativa cronica poiché è pur sempre un corpo estraneo. In ogni caso si tratta di solito di episodi di durata ed intensità modesta che tendono a risolversi spontaneamente, o con blande terapie antinfiammatorie, senza lasciare esiti. Spero di averla aiutata”.

Sofya:”Si dottore! Grazie mille!”.

Continueremo a fare delle piccole interviste al dottor Sergio Delfino, che esercita la sua attività da anni a Roma, Napoli ed Ischia, affermandosi come uno dei migliori nel suo campo. Se avete commenti o problemi da proporre al dottore scriveteci all’indirizzo e-mail del nostro sito web.

http://ilchirurgoestetico.com/our-services/mastoplastica-additiva-roma/

https://www.facebook.com/Dr-Sergio-Delfino-268484943315300/

Correzione Rughe

  • Correzione Rughe

Correzione Rughe

Bellezza, serenità, sicurezza, naturalezza: questi sono i valori principali su cui è fondata la filosofia lavorativa del Dottor Sergio Delfino.
Oltre alla chirurgia, vi è anche un’altra strada percorribile per allontanare il più possibile i segni dell’invecchiamento. I trattamenti di medicina estetica sono infatti in grado di correggere determinati inestetismi, escludendo tutte le complicazioni che deriverebbero da un intervento chirurgico, accelerando perciò i tempi di recupero, ottimizzando i risultati e i tempi di intervento attraverso l’utilizzo di metodiche non invasive. La correzione delle rughe è uno dei trattamenti più frequenti per eliminare questi inevitabili segni del passare del tempo e si effettua tramite fillers di acido ialuronico, una sostanza che è in grado di biorivitalizzare i tessuti e stimolare la produzione di nuovo collagene, ringiovanendo l’area trattata. Naturalmente gli effetti sono temporanei, poiché l’acido ialuronico è riassorbibile, ma il beneficio di questi trattamenti consiste prevalentemente nella loro ripetibilità.

http://ilchirurgoestetico.com/our-services/mastoplastica-additiva-roma/

https://www.facebook.com/Dr-Sergio-Delfino-268484943315300/

Estetica e Salute

  • estetica e salute

Nell’Estetica, ogni intervento rispetta sempre le fondamentali norme di sicurezza a tutela della salute dei pazienti. Prestare attenzione alle esigenze dei propri pazienti e utilizzare metodologie tecniche innovative e strumenti all’avanguardia è il tratto distintivo dell’opera del Dottor Sergio Delfino. La tecnica operatoria del Dottore è improntata al conseguimento di risultati naturali che consentono di sfoggiare il proprio nuovo aspetto con sicurezza di sé stessi. Di norma gli interventi di chirurgia estetica sono caratterizzati da costi abbastanza elevati, il Dottor Sergio Delfino invece attua una politica dei costi personalizzata su ogni tipologia di paziente per dare maggiori opportunità di accesso a quello che, ancora oggi, è considerato un lusso per pochi, ma dovrebbe essere un diritto di ognuno.

https://www.facebook.com/Dr-Sergio-Delfino-268484943315300/

http://ilchirurgoestetico.com/our-services/mastoplastica-additiva-roma/

Mastoplastica Additiva – Napoli

  • mastoplastica additiva roma

Mastoplastica Additiva – Napoli

Mastoplastica Additiva – Napoli . Il seno è la parte più importante del corpo di una donna: è il simbolo di tutti quei valori che denotano e connotano la sua femminilità, perché rappresenta la fertilità, la maternità, tutte qualificazioni a cui la donna è sempre stata associata. Molte donne non sono soddisfatte del proprio seno: chi ha le mammelle sproporzionatamente piccole, o che hanno perso di consistenza, o risultano pendule a causa di numerosi allattamenti, o che sono asimmetriche o infine che hanno o un volume troppo piccolo, possono sottoporsi a un intervento di mastoplastica. La Mastoplastica additiva ha lo scopo di aumentare il volume del seno grazie all’inserimento di protesi mammarie di ultima generazione, che contribuiscono a rimodellare chirurgicamente la regione mammaria migliorandone l’aspetto. Grazie ai progressi che questo intervento ha subito, oggi l’operazione di Mastoplastica additiva lascia cicatrici piccole e invisibili, non prevede più l’inserimento dei drenaggi e grazie all’utilizzo di fili riassorbibili, evita la fastidiosa rimozione dei punti di sutura. La Mastoplastica additiva è uno degli interventi più richiesti, pertanto è necessario essere correttamente informate sulle modalità e sulle procedure da seguire prima di sottoporsi all’operazione. Un’accurata visita specialistica è obbligatoria per valutare le condizioni fisiche della paziente, l’effettiva entità dell’inestetismo che si vuole curare e la tecnica d’intervento da adottare. L’operazione vera e propria avviene attraverso una piccola incisione di circa 5 cm nel solco sottomammario, oppure nel cavo ascellare o nel contorno inferiore dell’areola, allo scopo di creare la via d’accesso per introdurre l’impianto protesico in una tasca preparata appositamente al di sotto della ghiandola o del muscolo pettorale. L’operazione ha una durata compresa tra i 90 e i 120 minuti e oggi viene eseguita quasi sempre in anestesia locale associata a sedazione, in regime di day surgery, ovvero la paziente può rientrare a casa propria già qualche ora dopo l’intervento. Attualmente, grazie all’utilizzo di suture riassorbibili sottocutanee, non è necessario procedere alla rimozione dei punti di sutura. Solo raramente, quando questo è necessario, si provvede a farlo dopo circa 7-10 giorni. Il decorso post-operatorio vero e proprio, invece, prevede un’assenza di attività fisiche nella prima settimana dopo l’intervento e l’utilizzo di un reggiseno contenitivo per circa un mese. Si potrà inoltre tornare a praticare attività sportive dopo circa 1 mese.

http://www.estheticon.it/chirurghi/delfino-sergio

http://ilchirurgoestetico.com/our-services/mastoplastica-additiva-roma/

Mastoplastica Additiva – Roma

  • mastoplastica additiva roma

La Mastoplastica Additiva – Roma

Mastoplastica Additiva – Roma – Il seno è la parte più importante del corpo di una donna: è il simbolo di tutti quei valori che denotano e connotano la sua femminilità, perché rappresenta la fertilità, la maternità, tutte qualificazioni a cui la donna è sempre stata associata. Molte donne non sono soddisfatte del proprio seno: chi ha le mammelle sproporzionatamente piccole, o che hanno perso di consistenza, o risultano pendule a causa di numerosi allattamenti, o che sono asimmetriche o infine che hanno o un volume troppo piccolo, possono sottoporsi a un intervento di mastoplastica. La Mastoplastica additiva ha lo scopo di aumentare il volume del seno grazie all’inserimento di protesi mammarie di ultima generazione, che contribuiscono a rimodellare chirurgicamente la regione mammaria migliorandone l’aspetto. Grazie ai progressi che questo intervento ha subito, oggi l’operazione di Mastoplastica additiva lascia cicatrici piccole e invisibili, non prevede più l’inserimento dei drenaggi e grazie all’utilizzo di fili riassorbibili, evita la fastidiosa rimozione dei punti di sutura. La Mastoplastica additiva è uno degli interventi più richiesti, pertanto è necessario essere correttamente informate sulle modalità e sulle procedure da seguire prima di sottoporsi all’operazione. Un’accurata visita specialistica è obbligatoria per valutare le condizioni fisiche della paziente, l’effettiva entità dell’inestetismo che si vuole curare e la tecnica d’intervento da adottare. L’operazione vera e propria avviene attraverso una piccola incisione di circa 5 cm nel solco sottomammario, oppure nel cavo ascellare o nel contorno inferiore dell’areola, allo scopo di creare la via d’accesso per introdurre l’impianto protesico in una tasca preparata appositamente al di sotto della ghiandola o del muscolo pettorale. L’operazione ha una durata compresa tra i 90 e i 120 minuti e oggi viene eseguita quasi sempre in anestesia locale associata a sedazione, in regime di day surgery, ovvero la paziente può rientrare a casa propria già qualche ora dopo l’intervento. Attualmente, grazie all’utilizzo di suture riassorbibili sottocutanee, non è necessario procedere alla rimozione dei punti di sutura. Solo raramente, quando questo è necessario, si provvede a farlo dopo circa 7-10 giorni. Il decorso post-operatorio vero e proprio, invece, prevede un’assenza di attività fisiche nella prima settimana dopo l’intervento e l’utilizzo di un reggiseno contenitivo per circa un mese. Si potrà inoltre tornare a praticare attività sportive dopo circa 1 mese.

http://www.estheticon.it/chirurghi/delfino-sergio

http://ilchirurgoestetico.com/our-services/mastoplastica-additiva-roma/